I migliori Bot Instagram: scopri la classifica 2018.

Instagram bot 2018

Ho testato i principali Bot Instagram della rete usando lo stesso set di parametri per ognuno di essi. Ho stilato una classifica in base a efficacia, prezzo, facilità di utilizzo e funzionalità. Il vincitore mi ha stupito.

Hai mai usato un Bot Instagram?
Qualunque sia la tua risposta, ti consiglio di provare il primo in classifica. Perché è il più facile da usare e perché è quello che mi ha fatto crescere di più.
Facile fin dall’inizio, infatti puoi vedere com’è anche senza inserire username e password. Poi se ti piace, prosegui e passi alla prova gratuita senza inserire la carta di credito. Che vuoi di più?

Finora ti ho insegnato il miglior modo per utilizzare gli hashtag, le stories e le app per il fotoritocco. Il tutto allo scopo di avere più followers e like, ma adesso è ora di mettere il turbo alla tua crescita.


Bot Instagram: cos’è?

Instagram bot icon

Il Bot Instagram può essere un tool, un software, un sito, un’app, una web app. È progettato per eseguire automaticamente delle operazioni con il tuo profilo Instagram: Like, Follow, Unfollow, Direct e commenti.
Perché tutto ciò? Molto semplice, per stimolare delle reazioni positive nei confronti del tuo profilo.
Ad esempio: se
aggiungi 400 persone in un giorno è  probabile che il 10% di loro ricambino il favore e ti aggiungano a loro volta. Risultato? 40 nuovi followers reali pronti per te. Il meccanismo applicato è quello del follow-back che viene replicato con la stessa logica anche per like e commenti.
Non ci credi? Prova tu stesso. Ti do 10 minuti.

Ok, il tempo è finito. Scommetto che ti sei stancato di aggiungere tutti quei profili uno per uno, dare like e lasciare commenti.
Ecco, ora hai capito perché esistono i
Bot instagram: per fare questo lavoro in automatico al posto tuo e aumentare i followers e i like più velocemente e in poco tempo.

Guarda la classifica

 

Bot Instagram: guida al setting.

La primissima cosa che devi fare è inserire username e password, del tuo account Instagram per autorizzare il Bot a eseguire le automazioni al tuo posto. Se il Bot non dovesse funzionare prova a disattivare l’autenticazione a due fattori che trovi all’interno alle impostazioni di Instagram.
Mi raccomando, usa solo i Bot Instagram che dichiarano di trattare i tuoi dati con la massima riservatezza.

Ok, prima di iniziare fatti questa domanda: “qual è il mio
target?” Sceglilo con attenzione per indirizzare il Bot verso quei profili che possano avere interesse nei tuoi confronti. Come fare?

La maggior parte dei Bot Instagram usa queste 5 automazioni:

  1. Hashtag
  2. Location
  3. Profili
  4. Commenti
  5. Unfollow

Chi ti fa crescere di più?


1. Hashtag

hashtag icon

Vuoi che il Bot Instagram ti porti tanti nuovi followers e like? Fai gioco di squadra ed inserisci hashtag pertinenti al tuo profilo e ai tuoi obiettivi.

Un mio consiglio, evita hashtag dedicati alla crescita come ad esempio: #follow4follow, #followback, #followbackteam ecc. Questi hashtag sono abusati e usarli è controproducente. Ti arriverebbero followers non interessati veramente a te che se ne andrebbero a fine giornata o il giorno seguente.

Quindi non sparare nel mucchio, individua il tuo pubblico e catturalo con pre-set di hashtag tematici. Purtroppo i Bot Instagram con una lista incorporata di hashtag suddivisi per categorie sono davvero rari.
Ma non perdere tempo a cercarli perché li ho scovati io per te e li ho citati nella mia classifica.

Se non disponi della compilazione automatica, passa alla manuale ed inserisci hashtag affini a te e ai tuoi obiettivi.

Scusa se insisto ancora, ma c’è una ragione: se chi ti aggiunge non è davvero interessato al tuo profilo o se ne andrà facendo unfollow o sarà un follower passivo, cioè non darà mai like ai tuoi post e non guarderà le tue stories. A nessuno piace veder crescere i propri followers e non veder crescere il numero di like per post.

Prima di inserire gli hashtag controlla la loro portata, cioè il numero di post totale, e crea una lista bilanciata composta da hashtag generici fino ad arrivare a quelli più specifici (tutti del tuo settore).
Vuoi sapere se esistono dei
Bot Instagram che calcolano automaticamente la portata degli hashtag? Scoprilo nella mia classifica.

Aumenta l’engagement


2. Location

Parto subito da un esempio pratico per evidenziare l’importanza delle location durante il setting del Bot Instagram.
Sei un fashion blogger, hai un negozio di abbigliamento, scarpe, accessori o ami la moda?
Mettiamo caso che nella tua città (ad esempio Milano) ci sia un importante evento del mondo della moda (ad esempio fashion week). Sarà dura che il tuo nome compaia nella lista dei party più esclusivi o che tu riceva un invito ad una sfilata strettamente riservata.

Ciò che puoi fare è sfruttare questo evento mediatico per accrescere il tuo business, i tuoi followers e i tuoi like. Scova le location delle feste e delle sfilate inseriscile nel Bot Instagram ed avrai una campagna 100% in target.

Ok, ora che sai quanto valgono le location, controlla sempre la loro portata e la data dei post prima di inserirle. Chi ha pubblicato una foto di recente è più probabile che ti ricambi perché significa che è un utente attivo.

Trova i migliori Bot


3. Profili

users bot instagram

Puoi applicare il metodo del follow -back anche aggiungendo i followers di profili simili al tuo.
Ti basta riportare nel tuo Bot Instagram il nome di uno o più profili ed il gioco è fatto. Controlla sempre quanti followers hanno i profili che inserisci nel Bot: se ne hanno pochi, il Bot smetterà di funzionare dopo averli aggiunti tutti.

Se non ottieni grossi risultati, puoi aggiungere i followers di utenti con milioni di followers.
In questo caso il
follow back rate salirà, ma rischi di avere una community poco attiva nei tuoi confronti. Io ti consiglio di trovare una buona via di mezzo in direzione del tuo target.

Bonus Bot


4. Commenti

comments instagram bot

Ti è mai capitato di leggere commenti del tipo “ you made my day”, “wow”, “cool” ecc. ? Sono commenti automatici lasciati da Bot Instagram sotto a post che contengono un determinato hashtag. Questo tipo di mezzo ha dei limiti: non è sotto il tuo controllo. C’è il rischio di lasciare dei commenti a dei post che non vorresti proprio commentare. Oppure potresti venir segnalato da altri utenti a causa dei tuoi commenti fake. Per far sì che un commento generi follow back o like back  dev’essere pertinente con la foto e non generico. In pratica dovresti farlo tu, non un Bot.

Scopri l’alternativa ai commenti automatici


5. Unfollow 

bot instagram unfollow

Il numero massimo di profili che puoi avere nella lista dei seguiti è di 7500. Se arrivi a questo limite il Bot Instagram si ferma perché non può aggiungere nuovi utenti.

I migliori Bot Instagram sono dotati di unfollow automatico, per evitarti di dover cancellare uno alla volta tutti i profili aggiunti. Purtroppo questa possibilità non è presente in tutti gli abbonamenti. Scopri nella mia classifica quali Bot Instagram offrono l’unfollow automatico anche per l’abbonamento basic.

Pulisci il tuo profilo

Bot Instagram: cose da fare e non fare.

Consigli generali:

  • Non comprare followers e non comprare like. Te lo ricordi cos’è successo qualche anno fa con Instapurge? Instagram ha cancellato tutti i followers fake da tutti gli account del mondo. Molti influencer e star hanno perso in una sola notte milioni di followers. Dai un’occhiata alla strage che ha fatto Instapurge nel 2014 e rifletti. Comprare followers e like non serve a niente. Il tuo profilo Instagram non deve dipendere unicamente da aiuti esterni e deve camminare sulle proprie gambe. Non è pagando che si diventa Influencer.  
  • Scegli un Bot Instagram facile da usare. Se paghi per un servizio, perché diventare scemo per capire come utilizzarlo? Scegli i Bot Instagram più user friendly che ti aiutano passo passo durante il setting. Se vuoi sapere quali sono scoprilo nella mia classifica.
  • Rispetta il tuo target. Non mi stancherò mai di ripetertelo, ma crescere in target è estremamente importante. Evita i Ghost Followers o follower passivi o dormienti, cioè tutti quelli che non fanno like o commenti nel tuo profilo. Sono solo un numero, fumo negli occhi e abbassano il tuo engagement rate.
  • Meglio pochi, ma attivi. È questo ciò che guardano le brand prima di investire sugli influencer: l’engagement rate. Non vince chi arriva prima a 100.000 followers, ma chi ci arriva con tanti like per post.
  • Diffida di chi promette crescite esagerate. I Bot Instagram ti fanno crescere velocemente, ma non pensare di ritrovarti presto con più followers di @selenagomez.

Consigli pratici:

  • Controlla la portata della campagna. Fatti aiutare da Bot Instagram che calcolano automaticamente questo dato (scopri quali sono nella mia classifica). Inserisci una decina o più di hashtag, location e profili: e non ci pensare più almeno per un mese.
  • Fai un refresh. Cambia periodicamente Hashtag, Location e profili. Il mondo di Instagram è in continua evoluzione. Creati un tuo database usando le cartelle all’interno di Instagram. Salvati i post dei nuovi Influencer del tuo settore, le location più in voga e gli hashtag più usati. E appena puoi aggiorna la tua campagna all’interno del Bot Instagram.
  • I followers devono crescere in modo proporzionale ai like. Se questo non accade, riporta subito in target la tua campagna e non preoccuparti se la tua crescita diminuirà leggermente. È tutto normale.
  • Disattiva lo status attività. Non vorrai mica che la tua fidanzata o fidanzato o il tuo capo vedano quando hai usato Instagram l’ultima volta?! Per evitare spiegazioni del tipo “ Non sono io, è il mio Bot”, vai su opzioni e disattiva lo stato di attività. Ecco come.

Bot Instagram

Metti in pratica i miei consigli

 

Bot Instagram: qual è il più adatto a te?

Bot Instagram Icons

Spesso i Bot Instagram propongono abbonamenti che variano a seconda del numero di automazioni o di servizi offerti. Prima di scegliere, chiediti che tipo di utente sei, con che frequenza utilizzi Instagram e quanti post fai al giorno. Instagram tende a monitorare il comportamento dei suoi utenti per scovare le anomalie.
Se sei un principiante, ti consiglio di limitare le automazioni giornaliere del tuo Bot Instagram, perché potresti venire bloccato. In realtà più che un blocco, subiresti l’interruzione temporanea (24 ore circa) della funziona della quale hai abusato di più tra: Follow, Like e Unfollow. Per non avere brutte sorprese, fai almeno uno o due post tutti i giorni e limita al massimo follow, like e commenti “manuali”. Il Bot Instagram sta lavorando in background, quindi evita di sovrapporti ad esso.

Scegli il bot più adatto a te

Abbonamento Basic

Ti sei appena iscritto ad Instagram o ce l’hai da tanto, ma non lo usi mai? Oppure la tua pigrizia ti impedisce di fare post con regolarità? Ti consiglio di scegliere un abbonamento che preveda un numero non troppo alto di automazioni per Follow, Like e Unfollow. 

Pro:

  • adatto a tutti i tipi di utenti
  • crescita equilibrata e costante
  • numero massimo di automazioni tollerato da Instagram
  • per chi fa pochi post a settimana

Contro:

  • fare qualche post a settimana
  • crescita media

Cresci gratis per 3 giorni

 

Abbonamento solo Like

Questo tipo di automazione per aumentare i followers è utile per diverse tipologie di utenti. Mi spiego meglio con alcuni esempi.

  1. Hai un’attività commerciale? Non credere che tutti muoiano dalla voglia di fare follow-back solo perché il tuo Bot è attivo. Dipende dalla qualità dei tuoi contenuti e dalla tua capacità di generare interesse. Quindi se la tua comunicazione non è al top, inizia almeno a far sapere a tutti che esisti. Come? Con i Like.  
  2. Fai l’influencer o hai un brand popolare e sei già seguito da centinaia di migliaia di utenti? Immagino che tu non voglia che chi aggiungi per avere un follow-back si lamenti al momento dell’unfollow. Se hai a cuore la tua reputazione il Bot Instagram solo like è quello che fa per te.
  3. Sei una bella ragazza? Beh, tutte le donne sono belle, ma se tu lo sei particolarmente puoi aumentare i tuoi followers anche dando solo Like. Fai una prova.

Pro:

  • la tua lista dei seguiti non varia
  • nel muro di instagram vedrai solo foto pubblicate dai profili che segui tu personalmente;
  • zero reclami da parte di altri utenti
  • crescita organica

Contro:

  • non adatto a tutti
  • crescita moderata

Like gratis per 3 giorni

 

Abbonamento Top

Non puoi vivere senza Instagram? Fai stories e post tutti i giorni anche più volte al giorno? Perfetto! Ti meriti un abbonamento da più di 600 automazioni al giorno per: Follow, Like e Unfollow.

Pro:

  • crescita grande e veloce
  • adatto a chi fa almeno un post al giorno

Contro:

  • non adatto a chi si è appena iscritto ad Instagram
  • non adatto a chi non fa post tutti i giorni
  • non adatto a chi ha un profilo con pochi followers

3 giorni di super crescita gratis

 

Bot Instagram: alternative a Instagress.

I Bot Instagram per aumentare followers e like sono davvero tanti. Il monopolio di Instagress è ormai storia passata. Dopo il suo declino e l’improvvisa chiusura per ordine di Instagram sono nati numerosi suoi fratelli, figli e nipoti. Alcuni di essi hanno avuto vita breve, altri invece si sono distinti per affidabilità e performance. Dipende da te, dai tuoi obiettivi e da quanto sei disposto a spendere.  

Come ho scelto il migliore?

Per giorni ho setacciato il web alla ricerca di Bot Instagram e dopo averne trovati 30 mi sono fermato. Per scegliere i più adatti al mio test ho sfoltito la lista così facendo:

  • ho eliminato i Bot non in lingua inglese;
  • ho tenuto i più conosciuti e i più innovativi;
  • ho scartato quelli con un’interfaccia poco comprensibile;
  • ho escluso quelli troppo costosi.

Alla fine ne sono rimasti 9 e ho effettuato un test totalmente imparziale con un setting uguale per tutti: stessi hashtag, stesse location e stessi profili. Ho utilizzato ogni Bot per 10 giorni per un totale di 80.

Confrontando i risultati ho stilato la classifica e ho trovato il miglior Bot Instagram del 2018. I criteri di classificazione sono stati, in ordine di importanza:

  1. efficacia
  2. prezzo
  3. facilità di utilizzo
  4. funzionalità


Alcuni Bot hanno deluso le attese, altri invece si sono dimostrati una rivelazione.
Se non l’hai ancora fatto, dai un’occhiata alla mia classifica! Scopri chi ha vinto quest’anno e perché. E fai un test anche tu!

Scopri subito chi ha vinto

 

Se ti è piaciuto questo articolo dimmelo via mail: info@be-influencer.com
A presto.

13 pensieri su “I migliori Bot Instagram: scopri la classifica 2018.

    1. Ciao Ilaria, se compri follower e like in realtà compri interazioni fake da utenti fake che al tuo prossimo post non ti daranno dei like. I Pod ti fanno perdere tempo, ricerca ed energie e i risultati non sono sempre quelli sperati. Ti consiglio di usare un Bot per evitarti molte scocciature e crescere in modo organico. Dai un’occhiata alla mia classifica. Grazie.

    1. Ciao Marco, ho commentato Stim nelle mie recensioni, controlla la classifica. Se hai ancora problemi con Stim ti consiglio di provarne altri. Parti dal primo, in molti si stanno trovando bene.

  1. Complimenti per l’articolo, mi è piaciuto molto.
    Ho letto anche le recensioni dei bot nella tua classifica.
    In passato ho notato gli stessi difetti in alcuni Bot che hai menzionato.
    Ora sto provando il primo della lista e mi sto trovando bene.
    Non lo conoscevo, grazie della dritta.

    1. Ciao Martina, ti consiglio di aggiustare la mira. Attiva un abbonamento per fare solo like e imposta hashtag e location meno generici e più in target con i tuoi post. Hai dato un’occhiata alla mia classifica?

  2. Ciao, sono nuovo di instagram. Ho un profilo da un mese, ho 10 post e 20 follower, ma vorrei crescere. Posso usare un bot o devo aspettare?

    1. Ciao Andrea,
      ti consiglio di usarlo con moderazione. Dai un’occhiata alla mia classifica e parti da un abbonamento basic. Per i primi giorni stai sotto le 400 automazioni al giorno. Metti in pausa il bot ogni tanto se serve. E soprattutto fai post tutti i giorni, ti aiuterà a sfruttare meglio il lavoro del Bot.

    1. Ciao Francesca, Instagram sta ostacolando il lavoro dei Bot. Credo sia anche il caso del bot che stai usando.
      Ti consiglio di cancellare la tua iscrizione e provare il primo della mia classifica. Ho ricevuto feedback positivi anche da altri utenti. Quindi vai sul sicuro.

  3. Quite an interesting way to increase the audience. In my opinion, the Ingramer bot also has the ability to attract the audience, it imitates the actions of the average user

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.